• 28/12/2017

Maria Cassi al Teatro Verdi

14 dicembre 2107

Il Teatro Verdi, l’irresistibile verve di Maria Cassi e un traguardo importante da festeggiare: quello dei dieci anni trascorsi dalla nascita del nuovo Meyer.

Sono questi gli ingredienti del tradizionale spettacolo natalizio che l’Ospedale pediatrico e la sua Fondazione dedicano a tutti i fiorentini. Questa sera, a partire dalle 20.30, grandi e piccini potranno accomodarsi sulle poltrone del teatro di via Ghibellina per trascorrere una serata davvero speciale, all’insegna del divertimento, della musica e dei ricordi di una notte magica: quella del 14 dicembre di dieci anni fa, quando i bambini lasciarono la sede dell’ospedalino di via Luca Giordano per approdare in quella del nuovo Ospedale. Protagonista dello spettacolo, l’attrice Maria Cassi, che si esibirà sul palco insieme al chitarrista Marco Poggiolesi, Pasquale Rimolo alla fisarmonica e i Rabarbari. Ai brani musicali si alterneranno parti parlate, di grande comicità e poesia, nello stile dell’artista fiorentina. Ad aprire la serata, il Direttore Generale del Meyer, Alberto Zanobini e il Presidente della Fondazione Meyer Gianpaolo Donzelli. Sarà inoltre proiettato un video sulla notte del 14 dicembre, la notte magica in cui il grande trasferimento, preparato con cura nei minimi dettagli, fu finalmente realizzato con successo. A rievocare quei momenti di grande emozione, saranno presenti tutti i protagonisti di quell’evento: rappresentanti istituzionali, forze dell’ordine e volontari. Nel corso della serata sarà inoltre conferito il premio Anna Meyer, dedicato a personalità che si sono distinte nelle opere di solidarietà verso i bimbi nel mondo. Quest’anno, il premio sarà consegnato a Regione Toscana, Comune di Firenze e Università degli Studi di Firenze, le tre istituzioni che hanno voluto e realizzato il nuovo Meyer. L’ingresso è gratuito con invito, fino a esaurimento dei posti disponibili. I biglietti possono essere scaricati dal sito della Fondazione Meyer (www.fondazionemeyer.it) oppure ritirati nell’Ufficio Donazioni della Fondazione.

www.sevenpress.com

Recent posts